Comunicato stampa 21-12. Intervento sull’Università

Logo comunicato stampa

Caltanissetta,  15 Novembre 2012

Agli organi di informazione

LORO SEDI

Comunicato stampa 21-12.

A seguito della proposta lanciata ai politici locali dal Rettore dell’Università “Kore” di Enna, Prof. Gianni Puglisi, che ospite del Rotary Club nisseno ha ribadito che è ancora possibile rilanciare l’Università a Caltanissetta tramite una “Santa Alleanza” con Enna, interviene il Capogruppo del PDL a Palazzo del Carmine, Oscar Aiello, che dichiara:

“Il messaggio lanciato dal Rettore della Kore è chiaro ed inequivocabile. La chiave di lettura del suo appello va interpretata come una vera e propria apertura, un allettante invito a nozze che non possiamo lasciarci sfuggire se non vogliamo vedere tramontare per sempre il sogno Università a Caltanissetta, e se non vogliamo perdere anche i corsi universitari ancora oggi attivi nel Capoluogo.

Caltanissetta – aggiunge Oscar Aiello – potrebbe portare in dote la sua centralità e le strutture all’avanguardia possedute, quali la Casa dello Studente. Tra l’altro si parla spesso in questi giorni di rilancio del Centro Storico e quale occasione migliore se non quella di ripopolarlo di giovani studenti?

In un territorio come il nostro particolarmente martoriato dalla crisi economica a causa della mancanza di sbocchi occupazionali, il rilancio dell’Università – suggerisce il Consigliere Aiello –  potrebbe rappresentare linfa vitale per lo sviluppo socio-economico del territorio nisseno.

Dunque l’appello lanciato dal Rettore Prof. Puglisi di fare squadra tra Enna e Caltanissetta per realizzare un polo universitario unico nel centro della Sicilia – continua Oscar Aiello – non va assolutamente lasciato inascoltato, e non è un caso se il messaggio è espressamente rivolto oltre che alla politica, anche al sistema impresa. Ormai sanno tutti, anche altrove, che il progetto università a Caltanissetta si è impantanato a causa di beghe politiche, ma adesso se abbiamo a cuore le sorti della nostra città e dei suoi giovani occorre voltare radicalmente pagina ed avviare una nuova fase. La prima cosa da fare – conclude Aiello –  e che richiedo ripetutamente dal mio insediamento in Consiglio Comunale, è che anche i Soci rimasti inadempienti provvedano al più presto a nominare i loro rappresentanti in seno al Consorzio. Non è più ammissibile che Camera di Commercio ed ASP non lo abbiano ancora fatto. L’assordante silenzio che è calato su questa misteriosa vicenda è preoccupante ed inverosimile”.

Lascia un commento